Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Ordinamento delle pagine

Scritto da
Vota questo articolo
(10 Voti)

La sequenza delle pagine iniziali in un libro segue un ordine, fatte salve alcune varianti dettate da abitudini ed esigenze editoriali diverse, universalmente condiviso.

  • PAGINA 1, bianca, cioè senza segni di stampa. In alternativa si può trovare qui l'occhiello normalmente posto in p. 3.
  • PAGINA 2, bianca. Antiporta. In alternativa può ricevere il contenuto della p. 4.
  • PAGINA 3, occhiello [eventuale]. L'occhiello a circa un terzo dell'altezza reca solitamente il nome della collana con l'aggiunta o meno del numero della pubblicazione.
  • PAGINA 4, bianca, [eventuale]. In alternativa in questa posizione può trovarsi a volte la dedica, altre volte titoli dello stesso argomento presenti in collana oppure titoli dello stesso autore.
  • PAGINA 5, frontespizio. È una pagina fondamentale e non deve mai mancare. Riporta, quasi sempre nell'ordine, autore, titolo, editore, con l'aggiunta o meno dell'eventuale curatore e/o del traduttore, se trattasi di opera straniera.
  • PAGINA 6, colophon. In questa pagina compare l'editore, l'anno di pubblicazione, la dichiarazione di copyright, brevi avvertenze e altre notizie accessorieche non trovano posto altrove nel volume. È possibile in alcuni casi che per particolari esigenze o abitudini editoriali il colophon sia retrocesso a p. 4 (di fronte al frontespizio) e che questa pagina sia intenzionalmente lasciata bianca.
  • PAGINA 7, destra. Ringraziamenti o dedica [eventuale]. È invalso anche da noi l'uso, proprio dell'editoria anglosassone, di porre i ringraziamenti (acknowledgements), specie se corposi, in principio di volume, riservando loro un'intera pagina. Solitamente posti alla fine del volume, in carattere più piccolo, o addirittura nel colophon.
    La dedica, in carattere più piccolo del testo, solitamente allineata a destra, si colloca a circa un terzo dell'altezza della pagina. richiede una pagina a sé quando non si opti per una collocazione più discreta, in antiporta o nel colophon. La dedica come pagina a sé può utilmente essere spostata dopo il sommario se esiste, e addirittura dopo tutte le presentazioni e le introduzioni di terzi, in modo che riguardi solo l'opera dell'autore, oggetto della dedica e non l'eventuale lavoro di altri.
  • PAGINA 8, bianca [eventuale].
  • PAGINA 9, indice o sommario [eventuale].
  • PAGINA 10, bianca [eventuale]. Continua il sommario dalla pagina precedente.
  • PAGINA 11, presentazione [eventuale]. La presentazione è per solito scritta da persona diversa dall'autore e firmata, con o senza l'indicazione delle specialità.
  • PAGINA 12, rimane bianca [eventuale] se in essa non vi continua la presentazione.
  • PAGINA 13 prefazione, introduzione. Di solito parti introduttive all'opera scritte dall'autore.
Letto 18534 volte Ultima modifica il Domenica, 21 Ottobre 2012 11:56
Altro in questa categoria: Pagine bianche »